Perizia Preventiva del Veicolo presto obbligatoria

0

Si parla già da tempo di perizia preventiva del veicolo in ambito RC Auto (questo istituto ha fatto la sua comparsa con il D.L. 1/2012), ma la vera novità per il 2016 è che l’ispezione è destinata a diventare obbligatoria, con tutto quello che ne consegue sia per i clienti che per le compagnie di assicurazioni. Vediamo dunque cosa sta per cambiare, e quali sono gli elementi a cui dovremo fare maggiore attenzione.

Obbligatorietà solo da parte della compagnia

Il primo punto da chiarire, sul quale molti quotidiani non specializzati hanno fatto confusione, è che la perizia preventiva sarà effettivamente obbligatoria, ma tale imposizione riguarderà la sola compagnia assicurativa, che sarà tenuta a proporre l’ispezione, mentre il cliente di fatto continuerà a non essere obbligato ad accettarla; si tratta di una differenza sostanziale, poiché sposta il baricentro della nuova norma tutto a favore del consumatore, che è libero di accettare o meno l’intervento di un esperto che giudichi la sua autovettura (o moto, o scooter) soltanto qualora pensasse di non avere nulla da perdere.

perizia preventiva

Chi si fa fare la perizia preventiva ha diritto a uno sconto

L’idea è quella di premiare i clienti che accetteranno la perizia preventiva del veicolo con uno sconto sul prezzo dell’RC Auto (liberamente predeterminato dall’impresa), una sorta di incentivo dunque ad accettare l’ispezione, dal momento che è legittimo pensare che diversamente un cliente non ravviserebbe alcun interesse a farsi periziare il mezzo senza avere subito sinistri.

Più costi per le compagnie

La prima osservazione dalla quale non possiamo esimerci è relativa ai costi: fare periziare milioni di auto rappresenta un costo per le compagnie di assicurazione, che andrà a riflettersi inevitabilmente sul premio medio di polizza … ovviamente questo lo sa anche il legislatore, che evidentemente ha tuttavia deciso sulla base di proiezioni che il risparmio generato dalle ispezioni al momento del pagamento di un sinistro sarà maggiore rispetto ai nuovi costi sostenuti … noi rimaniamo tuttavia in attesa di conoscere i motivi di questa deduzione, poiché non siamo riusciti, da soli, a giungere a capo di tale questione.

Periti preparati per la nuova norma

L’altra osservazione su cui vale la pena soffermarsi è la necessità di avere periti presenti in maniera omogenea su tutto il territorio nazionale, preparati a eseguire le ispezioni preventive, in modo da non creare lungaggini burocratiche a chi, avendo urgenza di fare la polizza auto, volesse approfittare dello sconto e richiedere una perizia al proprio veicolo. Le compagnie di assicurazioni e gli uffici peritali si dimostreranno preparati fin da subito a recepire le nuove norme volute dal governo Renzi e dal Parlamento? Come sempre ci ripromettiamo di tenervi informati riguardo alla questione della perizia preventiva, in modo da monitorare la situazione in maniera costante.

Share.

Commenta qui