Astra Assicurazioni: autorizzazione revocata

0

A seguito di quanto preannunciato il 13 marzo di quest’anno la ASF (Autorità di Vigilanza Rumena) ha comunicato che la compagnia di assicurazioni Astra S.A. ha visto revocata la propria autorizzazione alla produzione di contratti; la norma ha dunque effetto anche in Italia, ove l’azienda operava da tempo in regime di libera prestazione di servizi.

Provvedimento a seguito di amministrazione straordinaria

Il provvedimento arriva dopo circa un anno e mezzo di amministrazione straordinaria, in cui Societatea Comercială De Asigurare Reasigurare Astra S.A. si è vista sottoporre a un regime di amministrazione straordinaria che venne affidato a KPMG Advisory.

Per arginare la crisi di Astra sono state poste in essere diverse contromisure, quali il divieto di investimenti immobiliari e in titoli mobiliari, il divieto di vendere i beni e/o gli attivi della compagnia salvo che venisse concessa deroga dalla ASF e una serie di norme sempre più stringenti, secondo le quali in pratica Astra poteva solamente effettuare investimenti in depositi bancari e titoli di stato o certificati del tesoro, ma anche il pugno di ferro sembra non essere bastato a salvare questa compagnia, piuttosto nota nel panorama assicurativo dell’Europa dell’Est.

astra assicurazioni

Astra SA in liquidazione

Sul sito ufficiale dell’autorità di vigilanza rumena è spiegato con dovizia di particolari come il passaggio dallo stato di amministrazione straordinaria alla liquidazione coatta amministrativa di Astra Assicurazioni fosse ormai un provvedimento da non rimandare, visto il perdurante stato di insolvenza che non sembrava destinato a risolversi.

Divieto di stipulare nuovi contratti

Astra SA si è vista dunque porre il divieto di stipulare nuovi contratti assicurativi; ovviamente tale provvedimento vale anche in Italia, dove l’azienda concludeva diversi affari, a tale proposito impossibile non ricordare una storia di diversi anni fa, in cui una falsa Astra truffò diversi clienti con assicurazioni RC Auto contraffatte, l’episodio (di cui vi parlammo all’epoca e che è tuttora consultabile seguendo il link) si concluse con la scoperta della truffa da parte delle autorità italiane.

Share.

Commenta qui