Assicurazione Figlio Neopatentato: cosa è meglio fare

0

Le assicurazioni RC Auto in Italia hanno prezzi elevati, e questo si sa da tempo, ma quando un genitore deve stipulare l’assicurazione al figlio neopatentato le tariffe possono diventare addirittura insostenibili; vediamo oggi cosa è meglio fare quando ci si trova in questa situazione, per cercare di spendere il meno possibile, senza tuttavia rinunciare a offrire le garanzie del caso a chi guiderà l’auto.

La legge Bersani aiuta a risparmiare

In caso di assicurazione del figlio neopatentato la legge Bersani -quando applicabile- è veramente di grande aiuto: essa consente di fare prendere a nostro figlio, se residente con noi da stato di famiglia, la classe di merito più conveniente del nucleo famigliare, dunque se qualcuno ha una classe di merito bassa verrà scongiurata l’ipotesi peggiore, ovvero quella di fare partire la polizza RC Auto dalla classe di merito 14; il risparmio in questi casi può essere anche di diverse centinaia di euro all’anno, specialmente in quelle province in cui le assicurazioni RCA sono più care.

Risparmiare intestandosi l’auto

Se non si ha la possibilità di usufruire della legge Bersani un’altra soluzione per risparmiare sull’assicurazione del figlio neopatentato è quella di intestarsi la proprietà della vettura; se da un lato questa soluzione può apparire drastica, dall’altro bisogna ammettere che spesso permette grosso risparmio di denaro. Fate attenzione, quando stipulate la polizza RCA, a inserire la clausola di guida libera all’interno del contratto, diversamente chi ha meno di 26 anni di età e causa un incidente alla guida della vettura correrà il rischio di essere esposto alla rivalsa da parte della compagnia assicurativa.

assicurazione figlio neopatentato

Scegliere un’auto con pochi kiloWatt

Rimarrete stupiti di quanto cambiano i prezzi delle assicurazioni auto per neopatentati se sceglierete un’auto con pochi kW piuttosto che una più potente; premesso che chi ha appena preso la patente non può per legge guidare tutte le auto, ma deve attenersi alla lista delle auto guidabili, anche all’interno di essa vi è grossa variabilità di prezzi RCA.

Riassumendo

In definitiva per massimizzare il risparmio sulla polizza RC Auto di un neopatentato la cosa migliore da fare è acquistare un’automobile poco potente e fare usufruire al giovane di una classe di merito favorevole già presente all’interno del nucleo famigliare, quando questo non è possibile sarà opportuno ripiegare sull’ipotesi di intestare a uno dei genitori il mezzo, sempre non dimenticando di dare un’occhio alla potenza del motore, che andrà comunque a influire (anche se in maniera meno evidente) sulla tariffa applicata.

 

 

Share.

Commenta qui