Assicurazione senza Attestato di Rischio: come fare?

0

Può capitare a tutti di dovere fare un’assicurazione senza attestato di rischio, certamente non è la situazione più conveniente per stipulare una polizza RC Auto ma si può in ogni caso adempiere agli obblighi di legge.

Le situazioni, così come la classe di merito di ingresso, sono diverse da un caso all’altro, vediamo di affrontare quelli più comuni, in modo da farvi da guida nel caso vi trovaste a dovere assicurare un’auto o una moto senza questo prezioso documento che, anche se dematerializzato, continua ad esistere nei database delle compagnie.

Fare un’assicurazione senza attestato di rischio con la legge Bersani

Il primo caso da affrontare è sicuramente quello più comune: se state acquistando un mezzo ma non avete una classe di merito da utilizzare potete prendere quella di un famigliare convivente grazie alla cosiddetta legge Bersani.

Supponiamo di avere un coniuge o un genitore con CU 8 sull’attestato di rischio, in quel caso entreremo anche noi in classe di merito 8, con l’unica differenza che non avremo una storia assicurativa pregressa, e sul nostro attestato verrà segnata la voce NA (non assicurato) negli anni precedenti l’acquisto del veicolo. A parità di altre condizioni pagheremo più del nostro coniuge o genitore (la differenza varia sensibilmente da una compagnia all’altra), ma godremo del vantaggio di una classe di merito più favorevole rispetto a quella di ingresso.

Ricordiamo che la legge Bersani vale solo per veicoli della stessa categoria, quindi per un’autovettura potremo agganciarci alla classe di merito di un’altra autovettura, per un motociclo occorrerà che il nostro famigliare possieda un motociclo e così via.

assicurazione senza attestato

Acquistare un’auto ma non avere una classe di merito in famiglia

Se non c’è nessuno nel vostro stato di famiglia da cui prendere una CU favorevole dovrete assicurarvi senza attestato di rischio partendo dalla classe di merito 14: le tariffe saranno mediamente alte, e la cosa migliore da fare sarà girare le agenzie assicurative della zona in cerca del preventivo RC Auto più conveniente (le differenze variano tanto più quanto è alta la classe di merito, quindi è facile intuire l’importanza di avere tanti preventivi tra cui scegliere quando si è in 14esima classe!).

Assicurare un’auto già nostra senza attestato di rischio

L’ultimo caso è quello che non augureremmo a nessuno, ma fortunatamente è anche quello che si verifica più difficilmente, ovvero assicurare un mezzo già di nostra proprietà privo di attestato di rischio.

Sono pochi e di difficile realizzazione i casi in cui ci tocca questo onere, i più comuni sono:

  1. abbiamo comprato un’auto o moto, ma non la assicuriamo da più di 5 anni
  2. abbiamo stipulato un’assicurazione temporanea, che quindi non dà diritto a una classe di merito
  3. non abbiamo completato l’annualità con i pagamenti, ad esempio perché avevamo scelto un frazionamento semestrale ma non abbiamo pagato gli ultimi 6 mesi di polizza

in questo caso la legge italiana è piuttosto severa con il consumatore, poiché occorrerà assicurare il mezzo partendo dalla classe di merito più alta, ovvero la CU 18, cosa che può arrivare a costare anche diverse migliaia di euro.

Viste le somme ingenti da sborsare per assicurare un’auto in classe 18, spesso gli assicuratori che hanno a cuore più il bene del cliente che il loro portafogli consigliano due alternative:

  • vendere il mezzo per acquistarne uno nuovo, o almeno permutarlo con un altro usato
  • intestare il mezzo a una persona di fiducia che ce ne concederà l’utilizzo

se per motivi affettivi non intendiamo scambiare il nostro mezzo con un altro e non vogliamo fare il passaggio di proprietà prima di mettere mano al portafogli consigliamo di cercare più preventivi RC Auto possibile: in questo caso non esiste alcuna compagnia che faccia prezzi bassi in assoluto, ma le differenze da un’assicurazione all’altra per una classe di merito 18 possono variare anche più di 1.000 € a seconda di chi vi fa il preventivo, dunque sarà meglio investire un po’del vostro tempo per cercare la polizza meno cara.

Share.

Commenta qui