Assicurazione Natanti – Le Cose da Sapere

0

L’Assicurazione Natanti è una polizza di responsabilità civile, obbligatoria per tutte le unità da diporto (compresi i tender) ad esclusione di barche a remi e a vela se sprovviste di motore ausiliario.

Oltre che per la barca in sé l’assicurazione RC è obbligatoria per tutti i motori amovibili, di qualsiasi tipo essi siano e qualunque sia la loro potenza (non fa più testo dunque la vecchia normativa che prevedeva di assicurare solamente quelli sopra i 3 cavalli fiscali di potenza); assicurando il motore la copertura viene estesa al natante sul quale esso viene montato.

Art. 123 Codice delle Assicurazioni

L’art. 123 del Codice delle Assicurazioni Private sancisce che la polizza natanti va stipulata, se sussistono le condizioni elencate sopra, quando la barca venga posta in navigazione

  •  in acque ad uso pubblico
  • in aree equiparate alle acque ad uso pubblico

alle unità da diporto si applicano le norme previste per l’assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore, da questo deriva tra l’altro che risulta applicabile l’art. 2054 del Codice Civile, che sancisce che

Il proprietario del veicolo, o, in sua vece, l’usufruttuario o l’acquirente con patto di riservato dominio, è responsabile in solido col conducente se non prova che la circolazione del veicolo è avvenuta contro la sua volontà.

Natanti immatricolati all’estero o registrati in Stati stranieri

Non è raro nel caso dei natanti che questi siano immatricolati o registrati all’estero anche quando circolano in Italia, in questo caso ci si regola nel rispetto dell’art. 125 del Codice delle Assicurazioni Private, che stabilisce -in caso di circolazione in acque italiane- che l’obbligo di assicurazione si consideri adempiuto:

  • con la stipula di un contratto di assicurazione secondo quanto previsto con regolamento adottato dal Ministro delle attivita’ produttive, su proposta dell’ISVAP

oppure

  • quando il conducente sia in possesso di certificato internazionale di assicurazione emesso dall’Ufficio nazionale di assicurazione estero ed accettato dall’Ufficio centrale italiano.

assicurazione natanti

Massimali Assicurazione Natanti

I massimali minimi di legge previsti per l’Assicurazione Natanti sono gli stessi validi per autovetture, ciclomotori, motocicli, ecc.

In vista dei cambiamenti che sono destinati ad arrivare, al momento della stesura di questo articolo si tratta di:

  • 5 milioni di euro in caso di danni alle persone
  • 1 milione di euro in caso di danni alle cose

Garanzie aggiuntive Assicurazione Natanti

Così come previsto per la polizza auto, anche per l’Assicurazione Natanti si possono aggiungere alla responsabilità civile obbligatoria garanzie aggiuntive, atte a tutelare maggiormente dal rischio il proprietario dell’imbarcazione; tra le più comuni ricordiamo:

  • incendio
  • furto e rapina
  • infortuni
  • tutela legale

esiste anche una serie di altre garanzie aggiuntive più specifiche, che non è detto che tutte le compagnie siano in grado di offrire, tra cui:

  • estensione della copertura a regate veliche
  • scuola vela
  • locazione o noleggio
  • trasferimenti terrestri
  • eventi socio-politici
  • alluvione e inondazione
  • ricerca e invio di pezzi di ricambio
  • ricerca e invio di equipaggio sostitutivo

Come stipulare l’Assicurazione Natanti

Posto che ovunque ci sia un agente assicurativo in linea teorica è possibile stipulare un’assicurazione per un natante, specialmente in prossimità dei grandi porti turistici e non è possibile trovare broker specializzati in grado di accontentare anche le esigenze dei clienti più esigenti.

Molto limitata in Italia per ora è la possibilità di stipulare l’assicurazione natante online, anche se internet può facilmente essere usato come mezzo per richiedere il preventivo.

Riteniamo superfluo elencare tutte le compagnie che sono in grado di stipulare una RC Natanti, poiché sono quelle che siamo abituati a considerare per la stipula dell’RC Auto (a partire dalle classiche UnipolSai, Generali, Allianz ecc. fino alle compagnie più piccole) più alcune rappresentanze di compagnie estere (es. Lloyd’s) e imprese estere in libera prestazione di servizi (es. The Shipowners’ Mutual Protection & Indemnity Association).

 

 

 

Share.

Commenta qui