BlaBlaCar e Axa insieme per l’assicurazione viaggi

0

Il successo di BlaBlaCar sembra ormai inarrestabile: il portale web francese, specializzato in viaggi condivisi, ha praticamente monopolizzato il settore del ride sharing in Europa, e allarga all’Italia la sua partnership con il colosso assicurativo transalpino Axa per l’assicurazione delle sue corse.

Andiamo a vedere i dettagli di questo accordo, che si propone come rivoluzionario (basti pensare che l’assicurazione è gratis!) e sta già avendo successo in Francia e Gran Bretagna, dove era stato avviato in via sperimentale.

Come funziona l’assicurazione BlaBlaCar Axa

Axa fornisce un’assicurazione viaggi per i clienti di BlaBlaCar senza costi aggiuntivi sul trasporto: l’iniziativa è stata fortemente voluta dai manager del portale di ride sharing al fine di aumentare il senso di sicurezza dei propri clienti, invogliandoli a usare sempre più spesso il servizio, che conta già oltre 20 milioni di fruitori.

La copertura parte in automatico al momento della prenotazione online del viaggio, al fine di evitare dimenticanze da parte dell’utente al momento in cui fornisce l’adesione online ad usufruire del servizio di BlaBlaCar.

Come evidenzia il manager per l’Italia di BlaBlaCar Andrea Saviane, il meccanismo del ride sharing si basa sulla fiducia, motivo per cui anche se l’assicurazione costituisce una spesa per l’azienda vale comunque la pena aggiungerla gratuitamente, poiché un cliente più sereno approfitterà sempre più spesso e volentieri di un “passaggio” con BlaBlaCar, e un autista tranquillo di avere garanzie aggiuntive all’RC Auto senza sborsare denaro sarà più invogliato a offrire il proprio servizio agli interessati.

assicurazione blablacar axa

Cosa copre l’assicurazione BlaBlaCar Axa

Entrando nello specifico l’assicurazione tra Axa e BlaBlaCar copre:

Assistenza stradale e trasporto a destinazione

Nel caso in cui il mezzo che trasporta i passeggeri dovesse avere un guasto l’assicurazione paga il carro attrezzi e il traino fino alla più vicina autofficina.

Nel caso in cui fosse impossibile riparare il veicolo in un tempo ragionevole la copertura offre anche la possibilità di potere proseguire il viaggio e portare i passeggeri a destinazione o al punto di ritrovo di partenza, oppure usufruire di un pernottamento gratuito per un massimo di 2 notti.

Oggetti dimenticati a bordo

Per i più distratti BlaBlaCar e Axa Assicurazioni offrono una singolare copertura che permette la spedizione a destinazione degli oggetti dimenticati a bordo

Tutela legale

Axa e BlaBlaCar offrono un’assicurazione di tutela legale che copre fino a 10.000 € di massimale per

  • richieste di risarcimento per danni subiti
  • controversie contro la propria RC Auto  per la gestione di  sinistri legati ad incidente stradale
  • ricorso contro la sanzione amministrativa di ritiro o sospensione patente

L’assicurazione RC Auto non ha bisogno di variazioni

Diversamente da Uber, l’altro servizio di trasporto che sta spopolando negli ultimi anni, non esistono problemi o controversie circa l’assicurazione RC Auto di legge: chi trasporta i passeggeri con il metodo del ride sharing dovrà semplicemente avere una polizza attiva, senza bisogno di indicare nulla al momento della stipula.

Si parte con il centro e nord e si arriverà alla copertura nazionale

Al momento le assicurazioni in partnership tra BlaBlaCar e Axa sono disponibili per i viaggi la cui partenza e l’arrivo siano in Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia, Toscana e Sardegna , ma il servizio sarà presto esteso -sempre gratuitamente- alle altre regioni, in modo da avere una copertura su tutto il territorio nazionale nel corso del 2016.

Share.

Commenta qui