Nissan Safety Shield fa risparmiare sull’assicurazione

0

Prima o poi doveva accadere, e questa volta è ufficiale: Nissan e Genertel registrano il primo caso in Italia di accordo volto a concedere sconti sull’assicurazione RC Auto per chi acquista un mezzo che abbia in dotazione un sistema elettronico volto ad automatizzare la guida in sicurezza.

Vediamo cos’è e come funziona il Nissan Safety Shield, e per quale motivo questi dispositivi piacciono così tanto alle compagnie assicurative da convincerle a praticare sconti RC Auto per chi acquista una vettura che li porta in dotazione.

Cos’è Nissan Safety Shield e come funziona

Dietro alla grande complessità di questo sistema automatico ci sono 3 diverse tecnologie:

Blind Spot Warning

Come suggerisce il nome stesso la tecnologia Blind Spot Warning segnala al guidatore-tramite una spia presente sullo specchietto retrovisore- la presenza di altri veicoli negli angoli ciechi, grazie a una telecamera inserita nella zona posteriore.

Oltre alla sua funzione principale la tecnologia blind spot warning offre anche la possibilità di essere avvisati in caso di pericolo quando, attivando la freccia, il sistema rivela un potenziale rischio di collisione con un altro mezzo.

Lane Departure Warning

Anche il Lane Departure Warning si affida a una telecamera, ma questa volta l’utilità è quella di segnalare deviazioni involontarie dalla propria corsia di marcia; la tecnologia usata è talmente raffinata da distinguere anche la segnaletica orizzontale meno visibile, e si adatta alle esigenze nel caso ad esempio si stesse percorrendo una strada di campagna.

Moving Object Detection

Il sistema Moving Object Detection completa la suite Nissan Safety Shield, ed è rivolto a evitare i pericoli durante la retromarcia: diversamente dai “soliti” indicatori acustici esso emette un segnale sono e visivo nel caso la nostra auto trovasse in traiettoria un altro veicolo, una persona o un qualsiasi oggetto.

Anche la tecnologia Moving Object Detection sfrutta una telecamera montata sul portellone posteriore, con visuale a 180° e meccanismo autopulente per garantire sempre il massimo della performance.

nissan safety shield

Assicurazioni: il maggiore fattore di rischio continua ad essere la distrazione

Il motivo per cui Genertel e Nissan aprono la strada a questo genere di accordi è decisamente facile da intuire, e ci viene spiegato da Sandro Vedovi, responsabile progetti di Fondazione Ania:

il 76% dei sinistri stradali è causato da errore umano, e il 46% degli incidenti dovuti a ciò è imputabile alla distrazione, che è dunque la principale causa di sinistro in assoluto … un classico esempio? l’uso del telefono cellulare in auto, che fa più danni dell’uso di droga e alcool, moltiplicando per 23 il rischio di commettere un imprudenza.

In attesa della guida autonoma meglio affidarsi ai safety shields

Purtroppo come fa notare Vedovi di Ania è praticamente impossibile che il rischio di incidente convinca gli italiani ad abbandonare l’abitudine a leggere, scrivere e telefonare tramite smartphone mentre si guida, dunque ben vengano i meccanismi come Nissan Safety Shield in grado di sopperire a questo aumentato rischio, in attesa delle tanto attese macchine a guida autonoma.

Genertel e Nissan Safety Shield: quale sconto?

Secondo i calcoli di Ania chi possiede un’auto con questa tecnologia riduce del 15 o 20% le possibilità di avere un sinistro con colpa, dunque viene più che naturale la voglia di premiare con uno sconto e con regali chi si affiderà a questi sistemi di sicurezza.

Come abbiamo premesso l’avvio della politica di sconti per le auto dotate di scudo di sicurezza arriva da Genertel, che ai possessori di Nissan con safety shield regalerà:

  • il 10% di sconto sulla polizza auto
  • la rinuncia alla rivalsa
  • il rifacimento della patente in caso di furto o smarrimento
  • la duplicazione chiavi in caso di furto o smarrimento
  • un forte sconto sulla garanzia tutela legale

al momento questa tecnologia (e di conseguenza l’offerta Genertel) è disponibile sui modelli Nissan X-Trail, Qashqai, Juke, Pulsar e Note.

 

 

Share.

Commenta qui