Assicurazione Italiana per Auto Estera, è possibile?

0

Ogni giorno ci arrivano decine di domande riguardo al complesso mondo delle assicurazioni RC Auto, e periodicamente -come sanno i nostri lettori affezionati- selezioniamo le più frequenti in modo da fornire un aiuto a chi si trovasse in situazioni in cui è difficile districarsi se non addetti ai lavori: oggi parleremo del fatto se sia possibile o meno fare un’assicurazione italiana per un’auto estera, ed eventualmente a quali condizioni questo possa verificarsi.

Andiamo a vedere come è meglio comportarsi a seconda dei vari casi che si possono presentare.

Assicurazione italiana per iscritti all’AIRE

Il caso in teoria più semplice è quello di un italiano residente all’estero che voglia assicurare la propria auto o moto con una compagnia nazionale: a tale riguardo l’Ivass (organo di vigilanza delle assicurazioni private) ha specificato chiaramente sia che si può bypassare agevolmente la seccatura di immatricolare l’auto estera con la targa del Paese nella quale la si è acquistata, sia di conseguenza quello di volere trovare una compagnia italiana che ci assicuri, quindi è sempre possibile assolvere l’obbligo di assicurazione con un’impresa nazionale;

nella pratica tuttavia registriamo che molte aziende si fanno cogliere impreparate davanti a questa domanda, ma voi sappiate che -muniti di un documento attestante un domicilio di riferimento in Italia e di certificato di iscrizione all’AIRE- potrete uscire dall’agenzia con la vostra polizza.

assicurazione italiana auto estera

Assicurazione italiana che opera all’estero

Esiste tuttavia un caso in cui è possibile possedere un mezzo con targa straniera e contemporaneamente essere assicurati con una compagnia italiana:

così come è possibile per un italiano assicurarsi con una compagnia estera (vedi Allianz, Axa, Groupama ecc.) è anche possibile per un’auto o moto con targa estera stipulare il contratto con un’assicurazione italiana, a patto che questa sia autorizzata ad operare in regime di stabilimento o di libera prestazione di servizi sul territorio di immatricolazione del mezzo.

Negli altri casi occorre un’assicurazione estera

Se non si è iscritti all’AIRE o se la compagnia assicurativa con la quale vogliamo stipulare il contratto non è abilitata ad operare nella nazione in cui è stato immatricolato il mezzo non potremo acquistare un’assicurazione italiana per un’auto immatricolata all’estero, e da questo problema non esiste soluzione in quanto i preventivatori ufficiali delle aziende non consentono tale pratica.

Rimaniamo come sempre a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione o chiarimento, o se semplicemente voleste raccontarci le vostre esperienze a riguardo, lasciando aperta l’apposita area commenti sottostante.

 

 

Share.

Commenta qui