Foglio Unico: addio a Libretto e CDP

0

Il viceministro ai trasporti Riccardo Nencini annuncia una modifica che, a modo suo, rappresenta un momento storico per gli automobilisti e motociclisti italiani: si darà l’addio alla duplice documentazione libretto di circolazione più certificato di proprietà, per passare al cosiddetto foglio unico.

Questa misura, contenuta nella Riforma della Pubblica Amministrazione, porrà fine all’anomalia tutta italiana che prevedeva due documenti che sostanzialmente saranno contenuti in un documento unico, con l’effetto positivo di produrre 39 € di risparmio per i cittadini in caso di immatricolazione o passaggio di proprietà.

Accordi ACI e motorizzazione: siamo alla svolta

Nencini ha dichiarato che stava lavorando da quasi due anni al Foglio Unico di circolazione, ma la svolta è arrivata in questi giorni, quando è diventato ormai chiaro che il processo di fusione tra ACI e Motorizzazione Civile non ci sarebbe stato, ma nella pratica i due enti si sarebbero messi d’accordo per unificare la procedura riguardante nuove immatricolazioni e passaggi di proprietà;

l’approvazione del provvedimento arriverà infatti entro il giorno 28 febbraio 2017, ACI e Motorizzazione Civile non saranno sostituiti da un’agenzia unica ma nella pratica sarà come se ciò fosse accaduto, come ha sottolineato in una nota l’Antitrust:

“questo genererà l’introduzione di un’unica modalità di archiviazione finalizzata al rilascio di un documento contenente i dati di proprietà e di circolazione degli autoveicoli. Il tutto nell’ottica di una semplificazione amministrativa nella gestione delle banche dati stesse”.

foglio unico auto

Mai più doppia documentazione per auto e moto

Entro il 28 febbraio daremo l’addio a una procedura piuttosto complicata per sostituirla con una decisamente più snella:

fino ad oggi dovevamo rivolgerci al PRA – Pubblico Registro Automobilistico, gestito da ACI, per ottenere il certificato di proprietà, ma anche alla Motorizzazione Civile per il rilascio del libretto di circolazione, mentre da ora in poi ci sarà un’unica procedura, al termine della quale potremo portare a casa il Foglio Unico, che conterrà tutte le informazioni in precedenza contenute sui due vecchi documenti e ne farà le veci in caso di controlli e verifiche.

Perché si risparmieranno 39 euro?

Posto che libretto e certificato di proprietà saranno sostituiti dal foglio unico, per il consumatore ne uscirà un risparmio di 39 € sia in caso si acquistasse un mezzo nuovo sia nel caso di veicoli usati, così suddiviso:

  • si pagheranno 32 € anzi che 62 € in bolli (che scenderanno da 4 a 2)
  • si pagheranno 30 € anzi che 37 € per la tariffa fissata dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti

sebbene l’approvazione della norma sia attesa nei prossimi giorni il risparmio con tutta probabilità partirà da inizio 2018.

 

 

 

 

Share.

Commenta qui

Facebook