Assicurazione RC Auto familiare: come funzionerà

0

Il 2020 porterà una novità non da poco nel mondo delle polizze RC Auto, che permetterà risparmi stimati in un migliaio di euro a famiglia:

si tratta della cosiddetta assicurazione familiare, una norma che consentirà di condividere la medesima classe di merito per ogni mezzo in tutta la famiglia.

Vale la pena di andare a vedere nel dettaglio in cosa consiste la nuova regola, in modo da fornire alcune anticipazioni utili a risparmiare nel 2020.

DL fiscale: rivoluzione nel mondo assicurativo

Ben pochi si aspettavano che il DL fiscale portasse davvero questa che sarà una vera e propria rivoluzione nel mondo assicurativo, e che porterà presumibilmente a un grosso aumento delle vendite di auto ma soprattutto di moto e scooter.

Come funziona l’assicurazione familiare

Grazie ad un emendamento a prima firma del parlamentare del Movimento 5 Stelle Andrea Caso, il decreto Bersani viene di fatto esteso in forma retroattiva:

si potrà beneficiare della fascia assicurativa più bassa fra tutti i veicoli di proprietà del nucleo familiare.

Questo vuole dire che se in famiglia esiste un’auto, moto o scooter in CU 1 dal prossimo anno tutti i veicoli che saranno acquistati, ma anche quelli già di proprietà del nucleo familiare, prenderanno la classe di merito più bassa.

Quando non si può usufruire dell’assicurazione familiare

I casi più comuni in cui non si potrà usufruire dell’assicurazione familiare sono i seguenti:

  • autocarri
  • auto aziendali

inoltre per approfittare in modo retroattivo di questa norma occorrerà attendere la scadenza annuale;

vale a dire che chi, ad esempio, ha una scadenza semestrale a febbraio 2020 dovrà pagare il prezzo identico a quello della rata di agosto 2019, ma ad agosto 2020 potrà prendere la classe di merito più favorevole, con relativa diminuzione di premio.

Risparmio stimato di 1.000 € a famiglia

Secondo l’osservatorio di Facile.it (il primo ad avere fatto una stima effettiva) il risparmio medio per una famiglia che ha in suo possesso 2 auto e 2 scooter, considerando le auto in CU 1 e i motoveicoli in CU 14, sarà di circa 1.000 € all’anno.

Ovviamente si tratta di risparmi che ci saranno solo per le famiglie meno virtuose (ovvero con classi di merito alte su alcuni mezzi) o più numerose o facoltose (ovvero con tanti mezzi), poiché chi ha solo mezzi in classi di merito basse vedrà presumibilmente aumentare di molto il premio della propria polizza auto.

Ania: vittoria di Pirro

Su questo ultimo punto si concentra Ania, che definisce l’assicurazione famiglia una “vittoria di Pirro” dal momento che i costi dovranno essere redistibuiti con il rischio di vedere penalizzate alcune classi di utenti rispetto ad altre;

se la Legge Bersani ai tempi andò a colpire soprattutto chi doveva iniziare da una classe di merito medio – alta, l’assicurazione famiglia presumibilmente andrà a modificare le tariffe in maniera più omogenea, provocando un risparmio iniziale per i casi visti sopra e portando di conseguenza a un aumento più generalizzato.

Share.

Commenta qui